UE: per far crescere l’Europa occorre investire sulla tutela ambientale

economiambiente4 marzo 2014 – Far crescere l’economia puntando sulla tutela del patrimonio ambientale non è una sfida impossibile. A sostenerlo è la Commissione Europea attraverso la pubblicazioni di due studi, presentati dal commissario all’Ambiente Janez Potocnik, che saranno discussi durante il semestre italiano di presidenza dell’UE.
La prima pubblicazione riguarda i benefici che deriverebbero da un investimento in infrastrutture per la prevenzione delle alluvioni, sia in termini di risparmi sui danni che queste causano (150 miliardi di euro negli ultimi 10 anni), che di crescita della biodiversità.
Il secondo studio dimostra i vantaggi fiscali di cui tutta l’area Euro potrebbe godere se si spostasse la pressione fiscale dalle imposte sul lavoro all’estrazione di materie prime e alle emissioni inquinanti. Stando ai calcoli si parla di entrate per 35 miliardi di euro l’anno a partire dal 2016, che arriverebbero a oltre 100 miliardi nel 2025.

Per approfondire.

Condividi

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato.

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>