Troppa etica è un freno all’innovazione?

etica-e-innovazione2 maggio 2017 – La presenza di un capo eticamente integro potrebbe rappresentare un problema per la crescita dell’azienda. Questa sarebbe la conclusione di una ricerca pubblicata sulla rivista Academy of Management Journal. Secondo i ricercatori infatti, l’integrità etica del leader porterebbe i dipendenti ad uniformare le proprie individualità, appiattendosi ai “voleri” dell’azienda. La ricerca si basa su quella che viene definita “teoria dello scambio sociale”: nel momento in cui un’azienda tratta un dipendente in maniera favorevole, quest’ultimo sarebbe più incline a modificare le proprie idee, nel tentativo di ricambiare il trattamento positivo ricevuto dall’azienda.

Le conseguenze sono negative soprattutto dal punto di vista dell’innovazione, poiché un dipendente svogliato è molto improbabile che riesca a portare creatività ed innovazione. Per evitare che questo accada è necessario che si creino i presupposti per un ambiente di lavoro in cui la libera espressione delle idee e delle singole individualità sia garantita, dove il dipendente possa crescere insieme all’azienda di cui fa parte.

Condividi

    One comment on “Troppa etica è un freno all’innovazione?”

    1. rossella ha detto:

      come si dice…il troppo storpia!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.