Il Report Integrato 2017 di Randstad

 

24 luglio 2018 – Essere sostenibili significa creare valore duraturo per essere competitivi in un mondo in continua evoluzione. Con questo spirito Randstad presenta il suo Report Integrato Connessioni per mostrare in modo trasparente e sintetico come strategia, governance, gestione dei rischi, sostenibilità ambientale e sociale, e modello di business di un’organizzazione riescano a creare valore nel breve e nel lungo termine.

Secondo operatore mondiale nei servizi per le risorse umane, Randstad indirizza il proprio lavoro aziendale verso un nuovo modo di pensare in cui sostenibilità economica, sociale e ambientale siano connesse: il Report, infatti, mostra per la prima volta come la sostenibilità sia integrata nella strategia del Gruppo e racconta i risultati ottenuti attraverso diverse linee strategiche e l’attività degli stakeholder coinvolti.

I numeri di Randstad parlano chiaro: nel 2017 sono stati attivati oltre 270 mila contratti (il doppio rispetto al 2016), per un totale di quasi 108 mila lavoratori somministrati; sono state assunte 389 nuove risorse, di cui il 65% sotto i 30 anni che hanno portato a 2195 il numero di dipendenti diretti delle oltre 300 filiali sparse sul territorio italiano.

Molte anche le certificazioni ottenute, tra cui ISO 9001 e SA 8000, applicata sia ai lavoratori fissi che a quelli somministrati, sviluppando un sistema di gestione integrato di Qualità e Responsabilità Sociale. Da ricordare la certificazione Geeis (Gender Equality European & International Standard) per l’impegno nell’offrire pari opportunità a uomini e donne all’interno dei processi decisionali aziendali.

Oltre alle certificazioni, Randstad segue un Codice Etico, raccolta di principi che guidano i comportamenti quotidiani, regolano il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi, il modello di organizzazione e di gestione e altri strumenti che garantiscono l’aderenza a quei fondamenti che caratterizzano l’azienda stessa, quali l’onestà, la legalità, la trasparenza, la responsabilità verso la collettività e il rispetto dell’ambiente.

 

Condividi

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.