Produrre sostenibilità ambientale

defaultL’azienda tessile Alberto Bardazzi spa di prato ha aderito nel 2016 al progetto Detox (la campagna di Greenpeace per ridurre l’uso delle sostanze chimiche nel settore entro il 2020). La sostenibilità ambientale è però un punto di forza di quest’azienda nata nel 1983, che combatte molte battaglie in questa direzione.

Alessio Vinattieri, responsabile qualità dell’azienda, spiega che clienti e fornitori sono costantemente informati sulla tracciabilità dei prodotti, attraverso un numero di matricola è possibile ripercorrere lo stesso tragitto che ha percorso il tessuto. La riduzione delle sostanze chimiche nella lavorazione avviene grazie al contributo di 4 Sustainability, sistema in grado di monitorare l’intera filiera (a caccia di eventuali lacune) e messo a punto con la collaborazione della Process Factory di Firenze.

I materiali utilizzati nella produzione sono amici dell’ambiente, come indicano le certificazioni europee, e spesso riciclati (cotone, cotone poliestere, scotch, ma pure imballaggi), i pannelli solari poi danno la possibilità di funzionare ad energia pulita.

L’obiettivo finale è ottenere prodotti a bassissimo impatto ambientale. Obiettivo che per l’azienda guidata da Filippo Bardazzi e mamma Beatrice è davvero vicinissimo.

Condividi

    One comment on “Produrre sostenibilità ambientale”

    1. rossella scrive:

      trasparenza e tracciabilità: due fattori sempre più importanti in tutte le filiere produttive

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato.

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>