Premio Ricoh: l’incontro fra arte e responsabilità sociale d’impresa

premio12 febbraio 2014 – Con la quarta edizione del “Premio Ricoh per giovani artisti contemporanei” prosegue il connubio tra arte e impresa per valorizzare e supportare i giovani artisti. L’iniziativa è promossa da Ricoh Italia e dagli Assessorati alle Politiche giovanili e alla Cultura della Provincia di Milano ed è organizzata con il patrocinio del Comune di Vimodrone.

Anche quest’anno Ricoh Italia e la Provincia di Milano, con il Patrocinio del Comune di Vimodrone, sostengono il “Premio Ricoh per giovani artisti contemporanei” per promuovere la cultura e dare ai giovani la possibilità di esprimere la propria creatività e di ottenere visibilità nel mondo dell’arte.
Agli artisti è stato chiesto di esprimere, attraverso le loro opere, i “valori” Ricoh riassumibili ne: “Lo sforzo verso l’innovazione, che semplifica la vita e il lavoro, salvaguardando nel contempo l’ambiente e in generale i principi della responsabilità sociale d’impresa”. Le opere devono avere un connotato innovativo ed essere realizzate attraverso le principali modalità espressive dell’arte contemporanea: pittura, disegno, grafica, digital art, fotografia, video art, scultura e installazione. A questa edizione del Premio hanno aderito oltre 500 artisti under 40, coinvolti anche grazie alla collaborazione delle Accademie d’arte italiane e di numerose Scuole d’arte il cui intervento è stato determinante; nelle prime quattro edizioni del Premio sono state quasi 30 le Accademie che hanno svolto un ruolo attivo.

Garantire un futuro sostenibile al business, alla società e al pianeta
“Le imprese – spiega Davide Oriani, CEO di Ricoh Italia – dovrebbero riuscire a focalizzarsi su obiettivi che vadano oltre il semplice profitto indirizzando la propria attenzione alle comunità in cui operano e contribuendo al loro sviluppo. Uno dei messaggi connessi al nostro brand è: Ci impegniamo a garantire un futuro sostenibile al business, alla società e al pianeta. Con il Premio Ricoh vogliamo contribuire alla crescita professionale dei giovani in quanto siamo convinti che l’arte, la cultura e la creatività siano fattori di sviluppo per il nostro sistema Paese. Il Premio rappresenta quindi un’iniziativa importante nell’ambito della CSR di Ricoh che da sempre punta all’integrazione dei risultati economici con quelli ambientali e sociali”.

Promuovere la cultura del merito e del talento
Novo Umberto Maerna, Vicepresidente e assessore alla Cultura della Provincia di Milano, commenta: “La quarta edizione del Premio Ricoh è un’ottima notizia perché dimostra che – nonostante anni difficili – le buone vie intraprese conducono lontano. Sosteniamo ancora questo evento per ragioni prevalentemente culturali: il Premio punta a promuovere la cultura del merito e del talento. Un altro elemento positivo che il Premio diffonde tra le giovani generazioni è la passione, lo spirito che consente di compiere sforzi assidui per il raggiungimento degli obiettivi. È un atteggiamento propositivo verso il lavoro, uno stile di esecuzione pronto e risoluto, il coraggio di cercare l’innovazione e la forza trainante che spinge a prendere l’iniziativa. Abbiamo bisogno di talenti creativi e appassionati che siano pieni di forza e vitalità e che ambiscano all’eccellenza. Il Premio Ricoh è tutto questo”.

“Con orgoglio, quest’anno, siamo giunti alla quarta edizione del premio Ricoh, un importante riconoscimento per giovani artisti, ideato in collaborazione con Ricoh Italia, azienda che, da sempre, fa propri valori fondamentali come innovazione e rispetto per l’ambiente. Sono quasi 500 le opere che sono pervenute alla Giuria, di cui 24 scelte ed esposte in mostra nella prestigiosa cornice del Foyer dello Spazio Oberdan. Grazie alle 4 edizioni del Premio, la Provincia è riuscita a far esporre le opere di circa 100 ragazzi in rappresentanza di 30 Accademie e scuole d’Arte. Un modo in più per valorizzare il lavoro di questi giovani ragazzi e aiutarli ad emergere nel campo dell’arte”, ha aggiunto l’assessore alle Politiche giovanili, Ambiente, Sport e Tempo libero, Pari Opportunità, Cristina Stancari.

Le prossime fasi del Premio Ricoh
Dal 5 al 9 marzo 2014, al prestigioso Spazio Oberdan, saranno esposte le opere dei 24 artisti finalisti.
Queste opere saranno giudicate da una giuria presieduta dal professor Giacinto di Pietrantonio, uno dei più autorevoli esperti d’arte a livello internazionale, e sarà composta da esponenti del mondo dell’arte, della comunicazione, della business community e delle istituzioni. Al termine dell’esposizione allo Spazio Oberdan la Giuria proclamerà il vincitore assoluto e i tre vincitori delle categorie in cui è articolato il Premio (arte/disegno/grafica, fotografia/video art/digital art, sculture/installazioni). I 4 vincitori saranno premiati con una statuetta simbolo del Premio. Le opere vincitrici si aggiungeranno alla collezione d’arte che Ricoh ha iniziato con le scorse edizioni e che è allestita presso la sede di Vimodrone (Milano). Le altre opere finaliste, al termine della premiazione, verranno battute a un’asta il cui ricavato sarà in parte assegnato ai giovani artisti e in parte devoluto a un progetto di solidarietà volto alla formazione dei giovani e realizzato dalla Onlus Comunità Nuova di Don Gino Rigoldi.

Condividi

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.