L’economia sociale? Cresce con il social procurement

puzzle12 febbraio 2016 – Quasi 9 aziende profit su 10 (l’88,1%) si dichiarano disponibili a valutare offerte di prodotti e servizi di cooperative e imprese sociali, ma solo il 27,5% ha già attivato rapporti di fornitura, clientela o partnership. Largo all’economia sociale, quindi, e tutto questo attraverso il social procurement, termine che indica i rapporti di fornitura avviati da imprese profit con realtà del Terzo settore. Questo lo scenario disegnato dalla prima indagine condotta da Right Hub e Isnet  in Italia sul social procurement. Tra le imprese profit del campione la conoscenza delle imprese sociali è ancora scarsa: il 6,4% non le ha mai sentite nominare e più della metà (54%) ne ha una conoscenza solo superficiale. Solo il 27,5% delle aziende ha già rapporti commerciali con le imprese sociali (fornitura, clientela, partnership), mentre l’11% ha rapporti a titolo personale. Un dato interessante è che quasi 9 aziende su 10 si dichiarano disponibili a valutare offerte di prodotti e servizi delle imprese sociali. Una strada, quella verso una maggiore collaborazione tra profit e non profit, che sembra essere libera, caratterizzata da una conoscenza scarsa, ma da disponibilità elevata. Ecco l’indagine completa.

Condividi

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato.

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>