Starace di Enel confermato nel Consiglio del Global Compact delle Nazioni Unite

22 giugno 2018 – Secondo mandato nel Consiglio del Global Compact delle Nazioni Unite (UN Global Compact) per Francesco Starace, Amministratore Delegato di Enel, confermato da Antonio Guterres, Segretario Generale delle Nazioni Unite. Starace, già membro del consiglio dal maggio 2015, per i prossimi tre anni (2018-2021) sarà l’unico rappresentante proveniente dal settore Utility Elettriche e l’unico italiano tra i ventuno protagonisti del nuovo Consiglio.

UN Global Compact, principale iniziativa per la sostenibilità aziendale a livello mondiale, aiuta le imprese ad allineare le loro strategie e attività ai suoi dieci principi in materia di diritti umani, lavoro, ambiente e anticorruzione, promuovendo l’azione imprenditoriale a sostegno dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per Sviluppo sostenibile e i suoi 17 Obiettivi (SDG). Il Consiglio, l’organo di governo dell’UN Global Compact, offre consulenza al Segretario generale e contribuisce a definire le politiche e le strategie del Global Compact.

Enel è membro del Global Compact dal 2004; dal 2011 figura tra le imprese incluse nel Global Compact LEAD che unisce i principali leader mondiali del settore privato in materia di sostenibilità. Il Gruppo, con il piano di sostenibilità 2018-2020, ha confermato e rafforzato l’impegno per raggiungere alcuni degli obiettivi SDG:

  • Obiettivo 4 – istruzione di qualità, equa ed inclusiva: 800 mila beneficiari entro il 2020, il doppio dell’obiettivo precedente di 400 mila beneficiari;
  • Obiettivo 7 – accesso a sistemi di energia economici, affidabili, sostenibili e moderni: 3 milioni di beneficiari entro il 2020, principalmente in Africa, Asia e America latina;
  • Obiettivo 8 – Crescita economica duratura inclusiva e sostenibile: 3 milioni di beneficiari entro il 2020, il doppio dell’obiettivo precedente raggiunto nel 2017;
  • Obiettivo 13 – Azione climatica: riduzione delle emissioni di CO2 entro il 2020 (< 350 gCO2/kWheq).

L’impegno nella sostenibilità, oltre a essere testimoniato dalla conferma dell’incarico a Starace, è parte integrante della strategia di business del Gruppo Enel che, negli anni, ha assunto una posizione di leadership con una visione legata ai trend di urbanizzazione, all’elettrificazione della domanda e la conseguente decarbonizzazione, in modo da cogliere le opportunità che derivano dalla transizione energetica globale in corso per giocare un ruolo attivo in questa sfida così grande.

Condividi

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.