La sharing Factory di Levissima

sharing-factory-di-levissimaIl 29 novembre 2017 è stato avviato a Bormio in Valtellina, nella sede del Parco Nazionale dello Stelvio, il percorso di progettazione territoriale per il rinnovo dello Stabilimento di Levissima, un’iniziativa che prevede un investimento di 30 milioni di euro nei prossimi anni e si concluderà nel 2019.

Il nuovo stabilimento ridisegnerà tutti gli spazi della fabbrica per assicurare un ulteriore miglioramento della performance ambientale attraverso l’innovazione tecnologica ma anche per migliorare lo spazio di lavoro e renderlo più funzionale alle esigenze dei collaboratori.

L’idea è innovativa perché parte dal coinvolgimento dei dipendenti e della comunità locale: un esempio, Sharing Factory, che mette al centro l’ascolto delle persone e del territorio per creare valore condiviso.

L’azienda da oltre 10 anni sostiene in Valtellina un progetto dell’Università di Milano finalizzato allo studio dei ghiacciai da cui nasce Levissima e affianca il Parco Nazionale dello Stelvio nella sua attività. Un modo nuovo di concepire la relazione con gli stakeholder, un’iniziativa che vuole essere anche un volano per la crescita sostenibile del territorio.

Condividi

    One comment on “La sharing Factory di Levissima”

    1. rossella ha detto:

      un esempio di collaborazione e di condivisione …

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.