Italia culla europea della green economy: il rapporto di Legambiente

Smoke stacks producing green leaves instead of smoke6 maggio 2014 – L’Italia culla dell’economia verde europea per l’utilizzo efficiente di energia e risorse.  È quanto emerge da Ambiente in Europa, edizione 2014 del rapporto di Legambiente realizzato in collaborazione con l’Istituto Ambiente Italia. Aumentano le rinnovabili e l’efficienza energetica, si riduce la produzione di rifiuti e le emissioni inquinanti, crescono le vendite di biciclette e aumenta il  successo del bike sharing e car sharing. La produttività delle risorse italiane (Pil in rapporto alla quantità di materia consumata) è migliore del 10% rispetto alla Germania, leader nel settore,  e del 26% rispetto all’Ue. Le emissioni pro capite di CO2 sono inferiori del 23% rispetto a quelle tedesche e del 15% rispetto alla media Ue. I consumi procapite di energia, sempre rispetto a Germania e Ue, sono rispettivamente inferiori del 32% e del 19%. L’intensità energetica (consumi di energia rispetto al Pil) è inferiore del 10% rispetto a quella tedesca e del 14% rispetto alla media Ue. Un risvolto inaspettato per il nostro Paese, avvenuto grazie al ricco sistema di incentivi per le rinnovabili, ad un sistema efficiente di riciclo dell’industria e ai consumi e stili di vita più sostenibili dei cittadini.

Per approfondire

Condividi

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.