“InGalera” , un nuovo modo di concepire il Cause Related Marketing

ingalera3 marzo 2017 - Gli ultimi anni sono stati particolarmente fertili per lo svilupparsi di nuove collaborazioni tra profit e non profit. Le imprese sono andate trasformandosi, divenendo soggetti verso cui una moltitudine di stakeholder ripongono le proprie aspettative, non solo però in termini di performance, ma anche riguardo la loro condotta etica e morale.

Inoltre, il diffondersi di un consumatore sempre più attento, sempre più critico, ed estremamente esigente, che modella le proprie condotte di consumo in funzione del comportamento responsabile delle aziende, ha portato le imprese all’adozione di pratiche di consumo attente anche dal punto di vista sociale ed ambientale.

Nascono così, in questo clima, le iniziative di Cause Related Marketing, partnership tra un’azienda e un’organizzazione non profit che hanno come scopo promuovere un’immagine, un prodotto o un servizio, traendone vantaggio reciproco. Si tratta quindi di processi di formulazione e implementazione delle attività di marketing, caratterizzate dall’offerta dell’azienda di contribuire con una specifica somma ad una causa stabilita. La logica win-win è quella che sovrasta le iniziative, proprio perché entrambe le parti coinvolte ricavano benefici dalla collaborazione.

Esempio interessante di Cause Related Marketing ci è offerto dall’azienda multinazionale PwC, che, in collaborazione con il Ministero della Giustizia e Fondazione Cariplo, ha creato un nuovo modo di concepire il food, sponsorizzando e contribuendo economicamente all’apertura del primo ristorante in Italia all’interno di un penitenziario, ovvero la casa circondariale di Bollate, alle porte di Milano, creando un rapporto di stretta collaborazione con la Cooperativa sociale ABC – La sapienza in tavola.

Il ristorante “InGalera” nasce il 26 ottobre 2015 all’interno di una struttura atipica, dove il connubio tra sapori italiani, l’estrosità della cornice ed il personale (interno al carcere) altamente qualificato, vi faranno dimenticare che vi trovate all’interno di una struttura di correzione.

La nascita di questo ristorante è stata l’evoluzione di un progetto formativo messo in atto negli anni precedenti dalla Cooperativa ABC, la quale aveva già attivato dei servizi di catering con il coinvolgimento dei detenuti.

I benefici nati da questa collaborazione hanno contribuito in termini di immagine e reputazione per l’impresa PwC, la quale si è fatta conoscere anche nel tessuto sociale, rendendo visibile a tutti gli stakeholder la sua attenzione a comportamenti etici e responsabili; d’altra parte, la Cooperativa ABC, ha potuto creare un progetto imponente ed altamente formativo, in grado di restituire una speranza ed un sorriso a coloro che l’avevano perduto.

Condividi

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato.

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>