I manager italiani? Più attenti a legalità, innovazione, volontariato e territorio

manager_green.630x36010 dicembre 2015 – I manager italiani? Più attenti ai temi della legalità, dell’innovazione, del volontariato e del rapporto con il territorio.  Un sondaggio, realizzato da Prioritalia in collaborazione con l’Osservatorio SocialisManageritalia eAstraRicerche su un campione di 400 manager, dimostra che solo l’8% degli intervistati considera il proprio ruolo professionale slegato dalla responsabilità nei confronti dello sviluppo della società italiana.  Un’attenzione particolare alla cultura della legalità (47%) e alle azioni per migliorare la qualità della vita della comunità di riferimento (44%), ma anche a volontariato (31%), adesione e/o sostegno ad associazioni/onlus (29%), riduzione di sprechi (26%), tutela del territorio (20%), comportamenti di cittadinanza attiva (19%) e maggiore trasparenza (18%). Ma cosa secondo i manager fa crescere l’importanza di forme organizzate della società? Creare momenti di incontro e di scambio tra profit e non profit (54%) e rafforzare le competenze professionali di chi opera in questo ambito con la formazione (52%), ma anche migliorare le proposte progettuali (40%), creare e mettere a disposizione indicatori di affidabilità (32%), migliorare le capacità di rendicontazione (22%), acquisire competenze professionali attraverso il recruiting (13%).

Condividi

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.