Edison in Biennale per un’architettura sostenibile.

Edison_edf_group_logoEdison partecipa alla Biennale Architettura 2018 di Venezia per avviare un percorso virtuoso di sostenibilità e uso efficiente delle risorse.

L’appuntamento è uno dei più prestigiosi al mondo del settore e Marc Benayoun, Amministratore Delegato di Edison annuncia entusiasticamente la collaborazione: “Edison annuncia oggi con orgoglio ed emozione la sua collaborazione con La Biennale di Venezia. Ci siamo dati una sfida importante: migliorare la qualità della vita delle persone, pensando e progettando gli spazi e i luoghi in cui vivono. Architettura e sviluppo sostenibile sono strettamente legati. E’ per questo che siamo onorati di portare la nostra energia e le nostre competenze a una delle più prestigiose manifestazioni internazionali che ha sede nel nostro Paese. La sostenibilità è un obiettivo concreto per Edison e l’uso efficiente delle risorse è un elemento fondante dell’architettura e del vivere contemporaneo, proprio come per noi che da oltre 130 anni siamo impegnati nella costruzione di un futuro sostenibile”.

La collaborazione tra Edison e Biennale nasce dalla consapevolezza che l’energia sia uno degli elementi fondamentali dell’architettura (non solo quella del futuro) oltre che un tema cruciale per il mondo che verrà; ma anche l’elemento centrale della fruizione contemporanea dei luoghi d’incontro delle nostre città. Uno degli ambiti in cui Edison mette maggiormente a disposizione la sua esperienza di centotrent’anni di storia riguarda l’architettura: stimolare il dibattito sui suoi valori centrali e celebrare il contributo reale e duraturo che l’architettura offre al benessere delle persone nella vita quotidiana. Impegnata nella costruzione di un futuro di energia sostenibile, Edison oggi è attiva nella progettazione e nello sviluppo di soluzioni innovative per la gestione sostenibile delle risorse energetiche, ambientali ed economiche e co-sviluppa con architetti, aziende, terziario e pubblica amministrazione le smart-city di oggi e del futuro.

Nello specifico per l’occasione Edison doterà la Biennale di Venezia di una soluzione “smart audit”, in grado di gestire le risorse energetiche in modo ottimale per le principali strutture a maggior intensità energetica e impatto della Mostra. “Noi siamo per un mondo dove le forme e gli spazi in cui viviamo non abbiano bisogno di altro che di energia naturale. Per questo siamo alla costante ricerca di confronto con chi pensa, progetta e gestisce gli spazi e le funzioni, al fine di aiutare a concepirne dall’origine le migliori prestazioni energetiche. La comunità energeticamente autosufficiente del futuro e l’edificio a energia positiva sono l’obiettivo del nostro lavoro, ma perché questo accada, occorre che comunità locali, architetti ed esperti di energia concepiscano contestualmente forme, funzioni e prestazioni.” dichiara Paolo Quaini, direttore Energy Services Market Division di Edison.

Condividi

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.