Da Doha un nuovo piano “anti dissesto idrogeologico”

2012 – In Italia spendiamo un milione di euro al giorno per far fronte ai danni causati dai disastri ambientali. Gli effetti del cambiamento climatico sono evidenti anche da noi ormai. Urge, pertanto, una nuova regolamentazione e un nuovo piano di investimenti per quanto riguarda le aree a rischio idrogeologico del nostro paese.
Questo è il riassunto del discorso pronunciato dal Ministro dell’Ambiente Corrado Clini al vertice di Doha, durante il quale è stato illustrato il  testo che verrà presentato al Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica. Le misure contenute nel testo riguardano una serie di divieti di costruzione e di abitazione nelle aree considerate ad altissimo rischio di alluvioni, un piano di recupero e manutenzione delle aree a rischio frana, un programma di rimboschimento del territorio che prediliga la piantumazione di alberi autoctoni e l’assicurazione obbligatoria per gli immobili costruiti in zone pericolose.
La spesa complessiva prevista per far fronte a questi impegni sarà di 40 miliardi di euro in 15 anni, cifra comunque inferiore a quello che spenderemmo se non agissimo ora, ha sottolineato il Ministro. Per saperne di più.

Condividi

    One comment on “Da Doha un nuovo piano “anti dissesto idrogeologico””

    1. jac ha detto:

      Più grandi le speranze, più grandi le delusioni per i risultati. Anche questa volta la politica (la capacità di lavorare per la polis) ha perso e le lobby hanno vinto.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.