Adidas: i rifiuti dell’oceano diventano scarpe

adidas24 luglio 2015 – Adidas, il marchio di abbigliamento sportivo, raccoglie la sfida della sostenibilità e presenta le prime scarpe interamente realizzate a partire da scarti recuperati dagli oceani. Non è un caso isolato: presto potremo avere, nei nostri armadi, buccia di frutta e gelatina. Per ora è solo un prototipo, ma promette bene. Un elegante sfondo bianco e leggere striature azzurre, così si presenta la nuova sneakers di Adidas. Azzurra come il colore dell’Oceano da cui il colosso tedesco di abbigliamento sportivo ha tratto ispirazione per la sua nuova scarpa “ambientale”. Trendy e sostenibile, il prototipo è realizzato interamente con rifiuti oceanici. Non stiamo parlando soltanto di riciclo di tessuti, ma di vera e propria trasformazione della materia, da scarto di varia natura a innovativa fibra tessile. L’idea è nata dalla collaborazione con Parley for the Oceans, organizzazione che mira a fermare l’inquinamento degli oceani. La tomaia, ossia la parte superiore della scarpa, è stata realizzata con filati e filamenti riciclati da reti da pesca illegali, definite da imbrocco, sequestrate dall’associazione Sea Shepherd ad un peschereccio a largo delle coste dell’Africa occidentale, dopo 110 giorni di inseguimento. Per ora la sneakers non è in vendita, ma è stata realizzata a titolo dimostrativo per sensibilizzare al rispetto ambientale e contrastare la pesca illegale.

Condividi

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato.

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>